Chardonnay Elevé en Fût de Chêne di Anselmet

Lo Chardonnay Elevé en Fut de Chene è un vino bianco valdostano ottenuto da pregiate uve Chardonnay di primissima qualità, prodotto dalla rinomata azienda di Anselmet. Gusto fruttato e armonico con aromi “mielati” al punto giusto, questo vino si rivela elegante, fresco e dotato di una buona struttura e intensità. In questa guida avremo modo di carpire i trucchi e i segreti, nonché il metodo di produzione di questo famigerato vino della Valle d’Aosta.

vino biancoChardonnay Elevé en Fut de Chene

Lo Chardonnay Elevé en Fut de Chene viene fatto maturare lentamente per circa 8 mesi in barrique in modo tale da acquisire la tipica tessitura morbida e burrosa e caratterizzata da un aroma leggermente fruttato. Anche la fragranza si presenta raffinata, avvolgente e si contraddistingue per un’ottima freschezza e sapidità. Tutto ciò è reso possibile anche dalle particolari condizioni climatiche e dalla consistenza dei vitigni situati tra Saint-Pierre e Villeneuve, a Nord di Aosta, in cui sorge anche la splendida azienda vinicola Anselmet tra le più famose e consolidate della regione.
La passione, l’impegno e la produzione di Anselmet sono i fattori chiave del successo dell’azienda che cerca di valorizzare al meglio le eccellenze offerte dal territorio valdostano. Anche se da una parte i terreni sono costituiti da vitigni molto aridi, dall’altra si rivelano comunque molto generosi e ottimi per offrire diverse qualità di uve per la creazione di etichette uniche, come ad esempio l’ottimo Chardonnay Elevé en Fut de Chene: un vino bianco dal carattere forte e da una freschezza esplosiva, in cui le note del legno sono appena “percepite”.

Il mastro vinaio Giorgio Anselmet

Il merito di tanto successo è da attribuire alle sapienti mani di Giorgio Anselmet, un mastro vinaio talentuoso e competente, in grado di regalare vibranti emozioni grazie alle sue creazioni vinicole. L’amore e la passione per i vini è un “tratto distintivo” della sua famiglia, già impegnata attivamente in questo settore da moltissimi anni. Anche il tempo ha giocato il suo importantissimo ruolo, così come anche la sapiente selezione dei vigneti, l’attaccamento alla propria terra, l’introduzione di nuove metodologie tecnologiche e la cura maniacale delle viti. Tutti fattori che hanno influenzato e contribuito a far accrescere la fama e il prestigio della maison Anselmet e alla protezione dei vitigni del posto, che ben si prestano a regalare vini d’eccellenza e a riscoprire gli antichi profumi delle erbe aromatiche tipiche della montagna. E lo Chardonnay Elevé en Fut de Chene è sicuramente un vino che incarna perfettamente tutte queste qualità.

Degustazione e abbinamenti con gustose pietanze

Lo Chardonnay è caratterizzato da un colore giallo oro con striature verdognole e un profumo piacevole all’olfatto con un’ esplosione di sentori floreali. Al primo sorso si percepiscono chiaramente gli aromi di gelato alla banana seguiti da toni erbacei e aromatici come la lavanda e la citrina con tocchi di ananas e acacia. Il gusto è delicato e morbido al palato e avvolge ogni angolo della bocca, lasciando un retrogusto fresco e vellutato con una lunga persistenza. Da provare assolutamente con antipasti e piatti a base di pesce oppure con formaggi erborinati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *