Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOC

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è un vino bianco proveniente dall’Italia centrale che, oltre alle sue eccellenti caratteristiche organolettiche, racchiude nel suo nome una storia affascinante. Scopriamo in questa guida come nasce questo vino, dove viene prodotto e le sue caratteristiche distintive, senza dimenticare di menzionare gli abbinamenti più indicati sulla tavola.

Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOC

Zona di produzione dell’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOC

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è un vino bianco al quale è stata riconosciuta la DOC (Denominazione di Origine Controllata) nel 1966. Questo vino viene prodotto in provincia di Viterbo principalmente nella zona di Montefiascone, ma anche nel territorio dei comuni di

  • Bolsena
  • Capodimonte
  • San Lorenzo Nuovo
  • Grotte di Castro
  • Gradoli
  • Marta

Da secoli la zona di produzione è nota per i suoi ottimi vini: il toponimo “Montefiascone” infatti deriva dai termini latini mons (ovvero “monte”) e flasconis, che significa “fiasco”, ed è un chiaro riferimento al contenitore utilizzato per conservare i vini e già citato in documenti risalenti al V secolo.

A coronamento di tutto ciò lo stemma della cittadina laziale, sin dal 1300, è costituito da sei monticelli stilizzati sormontati proprio da… una botte per il vino.

Produzione e diverse tipologie dell’Est! Est!! Est!!!

Per la produzione dell’Est! Est!! Est!!! vengono impiegati alcuni dei vitigni più classici dell’Italia centrale quali il Trebbiano Toscano o Procanico (50-65%), il Trebbiano Giallo o Rossetto (25-40%), la Malvasia Bianca Lunga e/o la Malvasia del Lazio (10-20%). In aggiunta a questi è possibile utilizzare, in una misura massima pari al 15%, anche vitigni di analogo colore idonei alla coltivazione nella Regione Lazio.

Questo vino DOC viene prodotto in tre diverse tipologie:

  • Est! Est!! Est!!! di Montefiascone, con titolo alcolometrico volumico naturale minimo pari a 10°;
  • Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Classico, prodotto esclusivamente nelle porzioni di territori comunali di origine più antica di Montefiascone e Bolsena. Questo vino deve presentare un titolo alcolometrico volumico naturale minimo di 11°;
  • Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Spumante, anch’esso con una gradazione alcolica minima pari a 11°.

Secondo il Disciplinare di Produzione (vedi link in fondo alla pagina) la resa massima consentita per l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è di 130 quintali per ettaro, che scendono a 110 quintali per il Classico e lo Spumante; la resa in vino dell’uva non deve invece superare il 70%.

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone viene immesso al consumo in recipienti di vetro di capienza sino ad 1.5 litri, anche se nel caso delle tipologie Classico e Spumante sono ammessi contenitori sino a 3 litri di volume nominale.

Caratteristiche dell’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone

Questo vino è apprezzato per il suo gusto secco, pieno e sapido, nel quale è possibile assaporare un piacevole aroma fruttato. L’aspetto è limpido e brillante, e osservando il vino controluce si possono scorgere talvolta dei bei riflessi verdognoli. Il profumo racchiude piacevoli toni floreali nei quali si notano sentori di agrumi e di ananas. Al palato il vino è corposo, morbido e sapido, con un’acidità contenuta.

In particolare, l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone presenta un colore giallo paglierino più o meno intenso, con un sapore che può essere secco, abboccato oppure amabile e che si rivela armonico e persistente, con una leggera nota amarognola.

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone Spumante è caratterizzato da una spuma fine e persistente e da un colore giallo paglierino tenue. Il profumo è decisamente gradevole e richiama a delicate note fruttate; il sapore risulta secco, lievemente aromatico e fruttato.

Infine, l’Est!Est!! Est!!! di Montefiascone Classico presenta un colore giallo paglierino più o meno scuro, ed un profumo leggermente aromatico, fine e caratteristico. Al palato il vino è caratterizzato da un sapore armonico, sapido e persistente, che racchiude una leggera vena amarognola. Anche questa tipologia di vino può essere secca, abboccata o amabile.

Si tratta di è un vino da bere giovane, e che dà solitamente il meglio di sé entro un anno dalla vendemmia.

Come gustare al meglio l’Est! Est!! Est!!!

L’Est! Est!! Est!!! va consumato freddo, preferibilmente ad una temperatura di servizio di 8-10°C. Grazie alle sue particolari caratteristiche organolettiche questo vino risulta particolarmente adatto all’abbinamento con piatti a base di pesce, crostacei e carni bianche, ma anche verdure e frittate. Non dimenticando le sue origini laziali, l’Est! Est!! Est!!! è uno squisito accompagnamento anche ai piatti tipici della cucina del territorio come, ad esempio, gli spaghetti cacio e pepe.

Altri accostamenti ideali sono rappresentati dai tipici antipasti freddi di pesce oppure da antipasti “all’italiana” a base di salumi tipici, ma anche brodi di carne, passati di verdure, gnocchi, risotti delicati, fritture di pesce e verdure in pastella.

Da provare, infine, l’abbinamento con formaggi e latticini freschi come ad esempio il fior di latte, la stracciatella, la Mozzarella di Bufala, la burrata oppure ancora la delicata ricotta romana. Nella sua versione abboccata, l’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è ideale anche servito con i dolci come ad esempio crostate di frutta fresca e macedonie.

Le curiose origini del nome “Est! Est!! Est!!!”

Con una denominazione tanto particolare, vale senz’altro la pena accennare alla leggenda che racconta la nascita del nome di questo vino. Si racconta che nel 1111 un prelato fiammingo il cui nome era Johannes Defuk (o Deuc) stesse viaggiando in Italia al seguito di Enrico V, imperatore di Germania. Il sovrano era infatti in viaggio per Roma dove sarebbe stato coronato Imperatore del Sacro Romano Impero da Papa Pasquale II.

Defuk era un vero e proprio amante del buon vino, e per essere certo di gustare solo il “meglio” della produzione italiana escogitò un astuto stratagemma. Egli si faceva infatti precedere di un paio di giorni, lungo il suo tragitto, dal fedele servo e coppiere Martino che ispezionava la zona prima dell’arrivo del padrone.

Martino era incaricato di trovare una sistemazione degna per il prelato, il che ovviamente corrispondeva ad una locanda nella quale venisse servito dell’ottimo vino. Affinchè Defuk, giunto sul posto, potesse andare a colpo sicuro, il servo Martino doveva lasciare la scritta “Est!” sulla porta della locanda. “Est!” significa infatti, in latino, “C’è!” ed era sottointeso che il riferimento fosse proprio nei confronti del vino buono.

Trovandosi dalle parti di Montefiascone, Martino rimase colpito da un vino prodotto della zona, talmente buono che un solo “Est!” non bastava: egli ne scrisse ben tre, non lesinando sui punti esclamativi (ben sei). E il resto è storia.

Una storia che testimonia come Defuk, di ritorno dal viaggio da Roma, si fermò in pianta stabile a Montefiascone per godere delle prelibatezze enogastronomiche locali. Il suo amore per il buon vino tuttavia lo condusse – sembra – alla tomba. Defuk venne seppellito nella locale chiesa di San Flaviano e sulla sua lapide si può leggere ancora l’iscrizione:

“Per il troppo EST! qui giace morto il mio signore, Johannes Defuk”

Il vescovo lasciò un generoso lascito ereditario a Montefiascone, a condizione che negli anni a venire in occasione dell’anniversario della sua morte venisse versato del vino sul suo sepolcro. La tradizione venne portata avanti per secoli e a questo bizzarro personaggio fiammingo è dedicata ogni anno una rievocazione storica che vede la partecipazione di figuranti in costumi d’epoca.

Siti internet

Est! Est!! Est!!! – http://www.estestest.it/
Sito interamente dedicato a questo vino viterbese DOC, contenente informazioni sulla sua storia e sulle caratteristiche organolettiche, con approfondimenti relativi ai vitigni impiegati ed alle metodologie di produzione.

Fiera del Vino Montefiascone – http://www.fieradelvinomontefiascone.it/
Sito dedicato alla manifestazione storica che tutti gli anni si tiene a Montefiascone e che celebra il suo eccellente vino.

Disciplinare di Produzione  – www.lazionauta.it/wp-content/uploads/2010/06/EstEstEst-di-Montefiascone.pdf
Testo completo del Disciplinare di Produzione dell’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone DOC.

Tags:

Una risposta

  1. Natalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *