Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC

Il Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC è un vino bianco friulano grandemente apprezzato per il suo sapore fresco e vivace, molto fruttato e adatto ad accompagnare diversi tipi di pietanze. Le sue origini sono antiche e risalgono, con tutta probabilità, addirittura all’epoca medievale; ecco perchè ve ne parliamo con grande piacere e vi proponiamo questa guida nella quale scopriremo la storia, le caratteristiche e gli abbinamenti ideali per gustare al meglio questo eccellente e antichissimo vino DOC.

Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC

Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC

Il Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC, spesso conosciuto semplicemente come “Ribolla Gialla”, è un pregiato vino bianco friulano, prodotto in provincia di Gorizia, le cui origini si perdono nel tempo. La particolarità di questo vino è il fatto di essere prodotto esclusivamente con uve prodotte da un vitigno autoctono, il Ribolla Gialla appunto, delle cui origini si sa ben poco. Secondo alcuni questo vitigno deriva dalle uve Robola, provenienti dall’isola di Cefalonia, che vennero portate nel territorio friulano dai mercanti veneziani ai tempi della Serenissima. Altre teorie invece affermano che questo vitigno sia ben più antico, e che sia stato introdotto in Friuli all’epoca dell’impero romano.

Probabilmente non si riuscirà mai a gettare piena luce sulle origini antiche del Ribolla Gialla, dal momento che il primo riferimento scritto risale “solo” al XIII secolo. Sono stati infatti ritrovati, negli archivi storici friulani, alcuni documenti che citano i vini prodotti localmente, detti “Rabiola del Collio”, esaltandone le qualità. La stessa dimostrazione di apprezzamento si può trovare all’interno di documenti conservati in archivi storici tedeschi, vergati da cronisti medievali che riportavano riferimenti al Ribolla o, meglio, al pregiato vitigno Rainfald. Nella vicina Slovenia il vino in questione era invece conosciuto con il nome di Rebula, e questo avvalora l’ipotesi che il vitigno derivi proprio dal Robola di Cefalonia.

Il riconoscimento della DOC (Denominazione di Origine Controllata) è giunto nel 1990, congiuntamente ad altri vini tipici del territorio friulano. Per questo motivo, tutto ciò che concerne la produzione del vino Ribolla Gialla DOC è contenuto nel Disciplinare relativo al “Collio Goriziano” o “Collio DOC” (vedi link in fondo alla pagina).

Produzione del Ribolla Gialla DOC

La vendemmia delle uve Ribolla Gialla, effettuata in modo rigorosamente manuale, inizia intorno alla fine di settembre per concludersi entro le prime settimane di ottobre. Il Ribolla Gialla DOC si ottiene dalla pressatura lieve delle uve appena raccolte, che vengono successivamente lasciate fermentare. Prima dell’imbottigliamento il vino viene inoltre sottoposto ad un affinamento, della durata di circa sei mesi, che avviene all’interno di particolari vasche di acciaio inox.

La produzione massima per ettaro è pari a 110 quintali di uva, mentre la resa in vino delle uve è fissata ad un massimo del 70%. Il Ribolla Gialla DOC è un vino che non si presta particolarmente bene all’invecchiamento, e che pertanto dà il meglio di sé entro due anni dalla produzione.

Caratteristiche organolettiche

Per via delle sue caratteristiche organolettiche e dell’eccellente qualità, il Ribolla Gialla DOC è considerato uno dei fiori all’occhiello della produzione vitivinicola friulana. Il Ribolla Gialla è un vino fermo dal caratteristico colore giallo paglierino, talvolta con riflessi verdognoli. Il profumo è piacevolmente floreale e fruttato, molto elegante, e talvolta richiama alla mela verde, alla pesca gialla ed al limone. Il sapore è secco, vivace, fresco ed asciutto, mentre il retrogusto è lievemente aromatico. Il titolo alcolometrico minimo è di 11°.

Abbinamenti consigliati per il Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC

Il Ribolla Gialla DOC è ideale sia come aperitivo che come vino da tutto pasto. Questo eccellente prodotto friulano si adatta a una grande varietà di pietanze come, ad esempio, antipasti di pesce o a base di salumi, crudité, crostacei, ostriche, salmone affumicato, molluschi e pesce al forno o al cartoccio. Questo vino bianco è inoltre indicato per accompagnare piatti a base di carni bianche non troppo elaborati, ricette con funghi, ma anche zuppe, vellutate e creme di verdure, verdure in pastella e fritture leggere. Da provare è anche l’accostamento con i formaggi saporiti, le grigliate ed i risotti.

La temperatura di servizio indicata è intorno agli 8-10°C. Si consiglia di servirlo in un bicchiere adatto a vini bianchi, ad esempio il classico bicchiere a tulipano.

Per approfondire il Ribolla Gialla DOC:

Siti internet

Disciplinare di Produzione
Nel Disciplinare di Produzione, relativo al Collio Goriziano, è possibile trovare il preciso riferimento alla tipologia “Ribolla Gialla”.

La Ribolla Gialla, vitigno di frontiera
Interessante e dettagliato documento, scaricabile in formato .pdf, contenente informazioni sulle antiche origini del vitigno Ribolla Gialla e sulla sua coltivazione.

Video sul Collio Goriziano Ribolla Gialla DOC

Bere Bene – Ribolla Gialla Alturis

La Ribolla Gialla a Cantine Aperte

Libri

  • Titolo: I vitigni autoctoni del Gambero Rosso – Collana: Pocket del vino – Autori: Aa.vv. – Curatore: M. Sabellico – Editore: G.R.H. S.p.A. – Anno: 2007
  • Titolo: Guida dei vini italiani 2007. Con CD-ROM – Autore: Luca Maroni – Editore: Lm Srl – Anno: 2006
Tags:

2 Commenti

  1. Giuseppina Bestetti
  2. RAFFAELE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *